Luce ottimale in studio

Gli occhi sono il principale strumento di lavoro dell’odontoiatra perché forniscono circa l’85% delle informazioni necessarie per svolgere al meglio la sua attività. Un’attività che il dentista effettua principalmente alla poltrona in condizioni di luce artificiale: in media 2.000 ore l’anno, vale a dire 80.000 ore nel corso di una vita professionale. Per questo è estremamente importante che le condizioni di luce dell’ambiente in cui opera siano ottimali, quindi, il più possibile simili alla luce naturale, in quantità e qualità.Leggi tutto

Isoflex by Eurodent all’ADF di Parigi

Da 65 anni un punto di riferimento per design, affidabilità ed innovazione. Un marchio totalmente made in Italy del settore odontoiatrico, che ha lasciato il segno grazie a prodotti iconici come la prima poltrona a pantografo e il riunito Isotron by Giugiaro Design, premiato con il Compasso d’Oro. Tutto questo è EURODENT!Leggi tutto

Il “tempo” una risorsa da gestire

Tutti i dentisti, come tutti gli igienisti e tutti gli ASO, sanno benissimo quanto sia importante la risorsa “tempo” nell’insieme della gestione globale dello studio e più specificamente, nel gestire l’operatività specifica alla poltrona.
Molte volte il dentista si trovi costretto a dichiarare di essere con i minuti contati, mentre è praticamente impossibile che dichiari che non saper cosa fare del tempo superfluo.
Stiliamo alcuni consigli che permettano di gestire la giornata lavorativa in modo ottimale, perché impostata secondo principi ergonomici precisi.Leggi tutto

Come creare un rapporto empatico con il paziente

È nozione comune che si indichi nella “empatia” il comportamento ideale per avvicinare un medico, in generale, ed un dentista, in particolare, a qualsiasi paziente. Anche igienisti dentali ed ASO dovrebbero avere competenza nella gestione della empatia.

La RMF (Risonanza Magnetica Funzionale), ha evidenziato quali porzioni dell’encefalo si attivano progressivamente quando si mettono in atto 8 specifiche procedure di comportamento nel rapporto dentista-paziente.Leggi tutto

Dialogare con i pazienti tramite WhatsApp

Per i medici è uno strumento “invasivo”. Per gli studi odontoiatrici può essere un utile strumento, ecco come!

Grazie alla pandemia, l’utilizzo della messaggistica istantanea (prevalentemente Whatsapp) ha permesso di ricevere prescrizioni e impegnative per visite specialistiche ed esami senza doversi presentare presso lo studio del proprio medico di base. Ma i medici come vedono questo strumento?   Leggi tutto